Le gambe sono leggermente divaricate, le punte dei piedi aperte verso l’esterno, la zona lombare e cervicale ben distese, le braccia ai lati dei corpo, i palmi delle mani rivolti verso l’alto e le dita rilassate.

Con gli occhi chiusi si percepiscono lentamente le sensazioni nel proprio corpo risalendo dai piedi verso la testa.

Il respiro è libero, così come i pensieri e le emozioni che scorrono, vanno e vengono come un fluido che attraversa la mente, senza ingombrarla.

Poi, gradualmente, si può ridare movimento al corpo, partendo dai piedi e dalle mani, fino ad allungarlo completamente, come al risveglio dopo un sonno rigenerante.