di Luisa Taliento

15386_24B-1200

In un solo litro ci sono 19 grammi di cloro, oltre 10 di sodio, 1,3 di magnesio, particelle di calcio, zolfo, potassio, azoto, fluoro, bromo. Stiamo parlando delle preziose sostanze contenute nell’acqua marina, che hanno importanti poteri curativi, leniscono il dolore, migliorano la circolazione e le malattie della pelle, curano disturbi respiratori e agiscono sulla qualità del sonno e dell’umore.

15388_05-1200

A sostenerlo è Deborah Cracknell, Honorary Research Fellow della Medical School all’Università di Exeter e autrice di Il magico potere del mare (Rizzoli Illustrati, 192 pp.,
16,90 €). La biologa ha dedicato un intero capitolo del libro all’Oceano in casa nostra, ovvero a tutti i modi per godere degli effetti positivi dell’acqua stando comodamente tra le mura domestiche. Piccoli accorgimenti, che vanno da un colorato acquario a una spiaggia virtuale come salvaschermo del computer, da un magnifico piatto di sardine nutrienti alla visualizzazione dell’Oceano, ricreando nella nostra mente una giornata al mare.

15398_01-1200

E poi ci sono le terapie del sale, che è considerato da secoli una fonte di benessere per le sue proprietà terapeutiche. Il suo uso come sostanza curativa viene fatto risalire al Peng Tzao Kan Mu, il primo testo di farmacologia, pubblicato in Cina nel 2700 a.C., in cui ne vengono descritte oltre quaranta varietà. Ci sono quelli di Epson, considerati il sale da bagno per eccellenza, che favoriscono il rilassamento muscolare e sono usati anche dagli atleti per alleviare eventuali tensioni e dolori. I sali del Mar Morto contengono 21 minerali e sono utili per dare sollievo alla pelle irritata o affetta da disturbi dermatologici.

13818_02-1200