Nasce come arte marziale in cui si mima la lotta con un avversario immaginario, ma i suoi caratteristici movimenti lenti e armoniosi che trasmettono calma e serenità lo rendono più simile a una danza.

Il Tai Chi è rappresentato da un simbolo bianco e nero, dove questi colori si fondono e contrastano, un’icona dei principi del taoismo, la filosofia cinese in cui le due energie yin e yang si completano a vicenda, l’esistenza di una dipende da quella dell’altra.

Il modo migliore per unirle è proprio quello della pratica del Tai Chi in cui si alterna la morbidezza, la cedevolezza e la lentezza, ovvero la parte “yin”, alla pienezza, forza e rapidità, la parte “yang”.

Può essere praticato a tutte le età e consente lo sviluppo di una grande forza interiore, con effetti benefici su tutto il corpo.

I suoi movimenti, infatti, associati alla respirazione addominale, migliorano la circolazione sanguigna, il tono e l’allungamento muscolare.